CalcioMercato

Notizie di Calcio Mercato del Napoli. I nuovi acquisti del Napoli

Classifica Serie A

Classifica aggiornata della Serie A TIM. Aggiornamenti a fine partita.

Ultimissime calcio Napoli

Ultimissime Calcio Napoli. Approfondimenti e notizie a cura di calcio.na.it.

Risultati e Calendario Serie A

Tutti i risultati e le partite del Campionato del Napoli.

Pronostici Calcio Serie A

Pronostici Serie A. Consigli per scommettere

Home » CalcioMercato, Napoli, Ultimissime calcio Napoli

CalcioMercato Napoli, non solo Cuadrado e Cissokho: fari su Paletta, Giovinco e l’ex 10 del Real!

Submitted by on giovedì, 31 maggio 2012No Comment

Il mediano del Real Madrid è la stella indiscutibile che illumina il volto di chiunque, Mazzarri compreso

LA DIFESA - La legittima difesa è (quasi) fatta e la continuità sta nel conteggio delle presenze della “vecchia guardia” che va da De Sanctis a Campagnaro, da Cannavaro ad Aronica, ormai i “fedelissimi” e si spinge oltre, negli innesti del recente passato, in Fernandez e Britos principali alternative. Ma il calcio si evolve, il tempo scorre velocemente e gli organici vanno integrati: il regista difensivo resta una priorità, perché nel codice-Mazzarri l’azione parte dal basso, dal rinvio del portiere, e se può deve svilupparsi attraverso l’idea d’un laeder. In principio la tentazione è stata Cristian Chivu (32), una dose massiccia d’esperienza internazionale e però anche l’eclettico interprete d’un ruolo pieno complesso. La pista rumena resta poi ci sono le alternative, pure filosofiche, che spingono per inseguire aitanti giovanotti da affiancare al miniesercito dei corazzieri in dotazione e che conducono dritto in Sud America: Mateo Musacchio (22) è argentino, ha l’età giusta ed un profilo assai prossimo all’identikit più interessante, gioca nel Villarreal, s’è ritrovato nella B spagnola, ha visto l’Europa da dentro con la Champions e l’Europa League ed è un destro; e poi: Gabriel Paletta (26), argentino pure lui, al Parma ha avuto modo di sperimentare il calcio italiano; e infine Diego Godin (26), uruguyano e di spessore, costa qualcosina in più degli altri, ma con l’Atletico Madrid gli è capitato di assorbire lo stress e le tensioni d’un club di primissima fascia. E poi ha appena vinto l’Europa League: un’opzione in più non guasta mai.

IL CENTROCAMPO La verità è nel mezzo. Il Napoli del futuro riparte dal passato e tenta, innanzitutto, di colmare i vuoti emersi nella fascia centrale e sulla corsia di sinistra, rimaste con un uomo (e un cambio) in meno. Aaa cercasi mediano, ma con cautela, per dare a Inler, a Gargano – se non andrà in Germania – ed a Dzemaili un collega in più: Lassana Diarra (27) è la stella indiscutibile che illumina il volto di chiunque, Mazzarri compreso, e una aspirazione elevatissima, per affiancare le grandi del calcio; altrimenti, per restare tra gli umani, è rispuntata la possibilità di arrivare a Gaby Mudingayi (31), il mediano del Bologna che piace a Milan e Inter, che ha un contratto in scadenza nel 2013 e potrebbe finire in uno scambio con Santana. Verratti (20) del Pescara è forse più di una suggestione e il Napoli ha già avviato i colloqui con la società adriatica. Ma l’esterno di sinistra è la priorità: Dossena potrebbe partire, ma a prescindere da lui il Napoli cerca un elemento con cui allargare le alternative. Aly Cissokho (25) è stato seguito, ha colpito per l’intraprendenza e l’autorevolezza e poi le stagioni col Lione hanno un peso; altrimenti, Filipe Luis (27), brasiliano dell’Atletico Madrid, uno che spinge con eleganza e incanta al primo impatto; oppure Pablo Armero (26): con Guidolin ha imparato le diagonali, sa come attaccare e però adesso sa anche come difendersi: con l’Udinese basta accomodarsi, i rapporti tra De Laurentiis e Pozzo sono esemplari, non a caso c’è un discorso aperto anche per Cuadrado (24). Il Napoli offre 10 milioni, basteranno?

L’ATTACCO Il Pocho e i suoi eredi. Dipende da Lavezzi, dal suo destino, dalla possibilità che il Psg o l’Inter o il Chelsea più di ogni altro club, paghino la clausola rescissoria da 31 milioni di euro. Nell’attesa, la scrematura dei possibili sostituti possibili: c’è chi gli somiglia, come Douglas Costa (21) dello Shakhtar che a Napoli atterrebbe al volo – come confermato dal suo manager, Cesar Bottega; c’è chi è un po’ diverso ma si avvicina al pocho come Sebastian Giovinco (25), che nel data base di Castelvolturno è stato inserito in tempi non sospetti e ben prima che esplodesse; c’è chi ha caratteristiche assai differenti cone Doumbia (25), l’ivoriano del Cska; c’è chi potrebbe somigliargli come Iker Muniain (21) dell’Atletico Bilbao; e c’è Lorenzo Insigne (21), che con Zeman ha segnato una valanga di reti in C e in B, di proprietà del Napoli che potrebbe restare ancora un anno a Pescara o anche arrivare in ritiro. Davanti il materiale tecnico non manca: Hamsik è un centrocampista atipico, segna come un attaccante, non stecca una stagione, fa parte del coro; Cavani viaggia su velocità supersoniche e con 66 reti in due stagioni rappresenta il punto di riferimento; Pandev rientra nel progetto, il Napoli ha cominciato a discuterne con l’Inter, vuole capire quali siano i margini di intervento a prescindere dal pocho; e poi c’è anche Vargas, undici milioni di euro investiti nello scorso gennaio per il pallone d’argento del calcio sudamericano, per i compagni di squadra – che lo vedono in allenamento – un “fenomeno”. L’ombra di Lavezzi però oscura chiunque, pure il mercato.

Fonte: Corriere dello Sport

Leave your response!

Add your comment below, or trackback from your own site. You can also subscribe to these comments via RSS.

Be nice. Keep it clean. Stay on topic. No spam.

You can use these tags:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

This is a Gravatar-enabled weblog. To get your own globally-recognized-avatar, please register at Gravatar.