CalcioMercato

Notizie di Calcio Mercato del Napoli. I nuovi acquisti del Napoli

Classifica Serie A

Classifica aggiornata della Serie A TIM. Aggiornamenti a fine partita.

Ultimissime calcio Napoli

Ultimissime Calcio Napoli. Approfondimenti e notizie a cura di calcio.na.it.

Risultati e Calendario Serie A

Tutti i risultati e le partite del Campionato del Napoli.

Pronostici Calcio Serie A

Pronostici Serie A. Consigli per scommettere

Home » Napoli, RASSEGNA STAMPA, Ultimissime calcio Napoli

De Sanctis: “Con il Chelsea è difficile ma ce la giocheremo senza aver alcun timore”

Submitted by on giovedì, 23 febbraio 2012No Comment

L’ultimo, pardon il primo, chiuda la porta. La frontiera che separa dal delirio è in quella striscia bianca, undici metri per ritrovarsi ben oltre il cielo e scrivere di proprio pugno, con quelle mani lì, un romanzone popolare con pochi eguali: « Eh sì, siamo felici ma non del tutto felicissimi. Perché potevamo chiuderla. Ora invece dobbiamo giocarcela ». Il profumo di Londra è inebriante e saranno giornate cariche di pathos e di stress, di tensione e d’emozione: però, se il primo, cioè Morgan de Sanctis, chiude la porta, è persino inutile avventurarsi in calcoli. L’aritmetica, applicata a regola, non è un’opinione: Napoli fuori se perde 2-0, o con altro risultato con più di due reti di passivo. « E’ stata una grandissima serata, abbiamo preparato la partita in un certo modo e siamo riusciti a giocarla come volevamo. Peccato per quell’infortunio che ha ingannato Paolo e peccato perché abbiamo avuto la palla per mettere il Chelsea a distanza di sicurezza. Conosciamo la forza degli inglesi, però niente paura ».

QUANTE CHANCHES! – Vista da là dietro, Napoli-Chelsea è una partita «quasi» perfetta che Morgan De Sanctis ha gustato con piacere, nonostante il rimpianto per un quarto gol che avrebbe messo la (praticamente) ceralacca su qualsiasi discorso; e vista con largo anticipo, Chelsea-Napoli è invece una sfida apertissima, da giocare con intensità e però anche con attenzione, senza lasciarsi travolgere dall’ansia, usando tanta testa: « Perché se lasciano un po’ di campo aCavani e a Lavezzi, le speranze non mancano. Io ci vado cauto, se proprio volete che faccia un pronostico dico 51% Napoli e 49% Chelsea, perché la prima l’abbiamo vinta noi. Ma siamo consapevoli delle difficoltà. E siamo pronti ad affrontarle ».

I QUATTRO TENORI – E allora, per il momento c’è l’Inter, però poi la testa, c’è da scommetterci, sarà sempre un po’ a Stamford Bridge, la tana ideale per liberare il coro di quei tenori che per De Sanctis sono oramai quattro: « E’ vero che Cavani e Lavezzi rappresentano la nostra fortuna, ma sono ahche supportati da una squadra che li mette nelle migliori condizioni. E comunque loro due, con Hamsik e Pandev, sono i calciatori che ci fanno fare il salto di qualità ».

LA VOGLIA MATTA – Il pensiero ricorrrente, in casa-De Sanctis, in quei sedici metri governati dall’alto di una autorevolezza trasparente, è la scena-madre nell’Olimpico di Roma, con chissà quanti napoletani al seguito e poi una Coppa Italia da alzare al cielo. Per cominciare, ecco, le mani su quel trofeo. Però domenica c’è l’Inter e un campionato riafferrato per i capelli con i sei punti nelle ultime due partite: « Peccato aver dovuto perdere terreno, ma tra gennaio e febbraio ci siamo attardati dalle prime e ora il discorso scudetto è chiuso. Però siamo in corsa in Coppa Italia e in Champions, dando un’occhiata alle avversarie e alle loro condizioni attuali, solo Barcellona e Real Madrid ci sembrano superiori. Possiamo giocarcela alla pari con tutte, poi ». Corriere dello Sport .

Leave your response!

Add your comment below, or trackback from your own site. You can also subscribe to these comments via RSS.

Be nice. Keep it clean. Stay on topic. No spam.

You can use these tags:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

This is a Gravatar-enabled weblog. To get your own globally-recognized-avatar, please register at Gravatar.