CalcioMercato

Notizie di Calcio Mercato del Napoli. I nuovi acquisti del Napoli

Classifica Serie A

Classifica aggiornata della Serie A TIM. Aggiornamenti a fine partita.

Ultimissime calcio Napoli

Ultimissime Calcio Napoli. Approfondimenti e notizie a cura di calcio.na.it.

Risultati e Calendario Serie A

Tutti i risultati e le partite del Campionato del Napoli.

Pronostici Calcio Serie A

Pronostici Serie A. Consigli per scommettere

Home » Napoli, RASSEGNA STAMPA, Ultimissime calcio Napoli

ECCO I SEGRETI DEI GOL DEL POCHO…

Submitted by on martedì, 28 febbraio 2012No Comment

Mai così decisivo, 4 reti in 3 gare.

DALLA notte della vittoria con l’Inter il Napoli ha 5 buoni motivi per tornare in Champions. Contano più dei 5 punti di distacco da Udinese e Lazio. Il primo è nascosto nella scarpetta destra di Lavezzi. Basta rivedere i suoi gol: il Napoli nel 2012 ha un bomber in più. Ha segnato quattro volte in nove giorni: sempre di destro, ma tre calciando allo stesso modo. Coincidenza? Non lo è, e non può esserlo. Lavezzi tornò dall’Argentina molto contrariato. I suoi rapporti apparvero incrinati a chi osserva il Napoli da vicino. Accade nelle squadre migliori. Si sentì discusso, ferito accettò la panchina. Ma scattò qualcosa in lui. Orgoglio, i consigli di Cristiano Lucarelli, suo insegnante privato in balistica, l’idea di un futuro altrove, magari nel Paris Saint Germain: chissà. Interessano però gli effetti: Lavezzi protrae gli allenamenti, un supplemento di fatica e pazienza ha migliorato la sua mira. Ha smesso di tirare forte. In gergo, si dice che calcia “a mezza forza” e impatta la palla “con l’interno del collo piede”. Ne deriva un tiro secco, preciso e avvelenato da un effetto a giro. In 9 giorni è passato da 2 a 6 reti: se continua così, chiude a 14-15, un record che si traduce in punti per il terzo posto. C’è un altro motivo dei cinque. Riguarda ancora Lavezzi: serenità ritrovata nei rapporti con il presidente De Laurentiis, ma anche l’equilibrio familiare che gli consente di vedere in Italia molto spesso il bambino. È inelegante scrivere di più. Il turnover, poi. I campioni bene allenati possono giocare su più fronti. Ne è convinto adesso Mazzarri. Non sarà più smontato e ricostruito il Napoli, ma modificato un po’, secondo esigenze. Se possono, nessuno fermerà più Lavezzi, Cavani e Hamsik. Infinita la varietà di ricambi pregiati: Pandev, Vargas Dzemaili, Zuniga, Grava, Britos, Fernandez e Fideleff. Inler rivela il il suo valore. Non è più solo a centrocampo. Sono state corrette le distanze con Gargano e Hamsik, non svolazza più, è punto di riferimento per Inler. La prevenzione infortuni. Una statistica rubata a Facebook dimostra che il Napoli tranne Donadel (ormai un caso finanziario non tecnico, guadagna più di un ministro per non giocare) ha quasi sempre tutti i giocatori disponibili. Lo staff sanitario del fisiatra Alfonso De Nicola (con Enrico D’Andrea suo aiuto) vanta una media eccellente: pari solo a quella della Juve in Italia, in assoluto la migliore tra i club presenti in Champions.

Fonte: Repubblica

Leave your response!

Add your comment below, or trackback from your own site. You can also subscribe to these comments via RSS.

Be nice. Keep it clean. Stay on topic. No spam.

You can use these tags:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

This is a Gravatar-enabled weblog. To get your own globally-recognized-avatar, please register at Gravatar.