CalcioMercato

Notizie di Calcio Mercato del Napoli. I nuovi acquisti del Napoli

Classifica Serie A

Classifica aggiornata della Serie A TIM. Aggiornamenti a fine partita.

Ultimissime calcio Napoli

Ultimissime Calcio Napoli. Approfondimenti e notizie a cura di calcio.na.it.

Risultati e Calendario Serie A

Tutti i risultati e le partite del Campionato del Napoli.

Pronostici Calcio Serie A

Pronostici Serie A. Consigli per scommettere

Home » Napoli, Ultimissime calcio Napoli

Hamsik e Pandev, festa per il ritorno del Napoli

Submitted by on lunedì, 30 luglio 2012No Comment

Lasciano subito il segno gli azzurri più attesi, già decisivi nella «prima vincente» del Napoli al San Paolo sul Bayer Leverkusen. Hamsik ePandev, i due nuovi leader segnano (Marek l’1-0 e Goran il 2-1), giocano e si muovono bene. E illumina soprattutto il talento del nuovo idolo Insigne: suo il numero più bello della serata (13′ st), va via con una magia e tira costringendo il portiere tedesco Leno a una super parata di piede. Il talento di Frattamaggiore regala l’assist per il primo gol di Hamsik e tante altre pregevoli giocate. All’uscita dal campo (42′ st, lieve distorsione a una caviglia) per lui un’autentica ovazione: tutti in piedi i napoletani ad applaudirlo, Lavezzi è già dimenticato.

Il Napoli supera con voti alti anche il secondo esame di tedesco, dopo quello con il Bayern Monaco un altro successo tonificante sul Leverkusen che giocherà la prossima Europa League. Una delle idee di Mazzarri del nuovo Napoli versione offensiva sta nel gol di Hamsik (27′ pt). Un’azione palla a terra conclusa dallo slovacco con un inserimento alle spalle dei difensori, azione nata da un «tracciante» di Dossena e da uno spunto irresistibile di Insigne che fa fuori Wollscheid e la mette benissimo sul secondo palo per Marek. Buona l’intesa tra Insigne eHamsik, un’altra dimostrazione al 35′: è sempre il talento di Frattamaggiore a pescare lo slovacco, il suo sinistro è deviato in angolo da Leno. Buona anche l’intesa tra Insigne e Pandev, la prima giocata efficace la confeziona proprio l’ex interista per Lorenzo (15′ pt), il pallonetto finisce alto. Nuovo Napoli, nuovo modulo, un attaccante e in meno e centrocampo a cinque con le due mezzale chiamate ad inserirsi: lo fa meglio Hamsik, peggio Dzemaili dal suo lato costretto più in copertura da Rolfes (sua la prima vera palla gol della partita al 12′: solo davanti a Rosati calcia fuori).

Zuniga c’è e dà sempre l’impressione di poter far male quando si propone per ricevere il passaggio o quando ruba palla per la ripartenza rapida ed è tonico in fase di spinta Dossena. Nuovo modulo con segnali positivi anche in fase difensiva. Il Bayer Leverkusen sfonda solo due volte palla a terra per vie centrali (dopo Rolfes viene liberato anche Kiesling, 35′ pt, che calcia altissimo). Primo tempo buono degli azzurri anche se con il ritmo più basso per la fase della preparazione e il gran caldo: il Napoli costruisce quattro gol pulite, l’ultima di Pandev al (39′ pt), tiro dal limite deviato in angolo da Leno. In avvio di ripresa un black out che ha riportato alla mente le distrazioni dell’anno scorso: il gol dell’1-1 di testa di Friedrich (2′ st) che colpisce di testa indisturbarto da calcio d’angolo, rete da palla inattiva che tra l’altro vanifica la bella parata di Rosati su Kiesling. Un difetto subito cancellato dal grande pregio da sempre del Napoli di Mazzarri, la capacità di rialzare subito la testa e ripartitre fortissimo. Gli azzurri cambiano marcia e costruiscono palle gol una dietro l’altra. L’avvisaglia è di Hamsik (5′ st) va via palla al piede, evita anche il portiere e calcia a porta vuota sull’esterno della rete. Poi il 2-1 di Pandev: bella giocata di Dossena, tiro al volo di Hamsik respinta di Leno, colpo di testa vincente a porta vuota dell’ex interista (6′ st). Poi il numero di Insigne (13′ st) e altri spunti pericolossimi di Zuniga e Behrami, all’esordio in maglia azzurra al San Paolo, subentrato a Dzemaili (poi esordirà anche Gamberini). E ancora tante fiammate del Napoli alla ricerca del terzo gol fino all’ultimo secondo. Si riparte con Cannavaro che alza al cielo il trofeo «Acqua Lete Cup». Vincere fa sempre bene al fisico e al morale. Il Mattino .

Leave your response!

Add your comment below, or trackback from your own site. You can also subscribe to these comments via RSS.

Be nice. Keep it clean. Stay on topic. No spam.

You can use these tags:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

This is a Gravatar-enabled weblog. To get your own globally-recognized-avatar, please register at Gravatar.