CalcioMercato

Notizie di Calcio Mercato del Napoli. I nuovi acquisti del Napoli

Classifica Serie A

Classifica aggiornata della Serie A TIM. Aggiornamenti a fine partita.

Ultimissime calcio Napoli

Ultimissime Calcio Napoli. Approfondimenti e notizie a cura di calcio.na.it.

Risultati e Calendario Serie A

Tutti i risultati e le partite del Campionato del Napoli.

Pronostici Calcio Serie A

Pronostici Serie A. Consigli per scommettere

Home » Hot News Calcio, Napoli, Ultimissime calcio Napoli

Il Napoli riporta a casa Insigne, contratto fino al 2017: sarà l’erede di Lavezzi

Submitted by on mercoledì, 13 giugno 2012No Comment

Oggi vertice per il nuovo contratto fra Bigon e il manager del giocatore al quale sarà affidata l’eredità di Lavezzi

L’ora X sta per scattare e stamani sarà veramente un altro giorno: si comincerà all’alba, con Riccardo Bigon che “debutta” al mercato, e per farlo sceglie di lanciare il suo sguardo nel futuro, prenotandolo con Lorenzo Insigne. Il mercato entra nel vivo, gradualmente: ma il primo passo serve per rinforzare il progetto, per continuare a credere in se stessi, per pianificare costruendo un ponte che consenta di restare tra le stelle. Si scrive Insigne e però si legge Napoli, persino in dialetto, perché l’idea della prima ora, quasi all’alba, conduce dritto al cuore di quello scugnizzo che ha incantato a Pescara (dopo averlo fatto a Foggia) e che rappresenta la prospettiva entusiasmante nella quale credere.

L’APPUNTAMENTO – Le dieci, o giù di lì: si vedranno all’Hilton, l’epicentro estivo del footbal nostrano, la fiera dei sogni in cui Lorenzo Insigne viene catapultato (virtualmente) dai suo manager Ottaiano & Andreotti, attesi da Bigon per discutere del contratto, per verificare (concretamente) il grado di fiducia conquistato da quel genietto esaltatosi con Zeman ed ora proiettato ad accogliere e condividere (con Pandev, con Vargas) l’eredità di Lavezzi.

LA PRIORITA’ - Diciamoci tutto: s’usa così, in casi del genere. E, per cominciare, il Napoli scoprirà che la precedenza gli è inevitabilmente, sentimentalmente concessa da un figliol prodigo che sta aspettando il momento buono per tornare alla casa-madre e poi viverla da protagonista, senza pretese e senza presunzione, però con l’orgoglio del senso d’appartenenza e la consapevolezza di poter recitare d’attore, zoccolo duro d’un discorso affidato ai manager:  «Non siamo venuti qui per battere cassa, ma semplicemente per capire quanto il Napoli creda in Lorenzo».

MONEY, MONEY - I soldi non sono tutto e però aiutano a starsene meglio, a dare anche un significato tangibile alla propria professionalità, ad assaporare la crescita d’uno status professionale che resta in fase d’evoluzione e va arricchito (innanzitutto) sul campo e con ulteriori sacrifici. L’Insigne attuale, il campioncino in erba che De Laurentiis, Bigon e Mazzarri vogliono far maturare nel Napoli tridimensionale, ha un accordo scadenza 2016 con ingaggio a scalare partito dai 70mila euro della stagione passata e destinato ad arrivare sino a 90mila “strappati” nel giugno del 2011 dai procuratori.  «Il Napoli, ovviamente, è una scelta di cuore. Lorenzo è felice, sa che ci sono tre club italiani e tre stranieri che lo vorrebbero acquistare ed altri che lo prenderebbero volentieri in prestito; ma qui è un’altra cosa: ci basta avere solo la conferma che in lui si creda».

L’AZZURRO “NAZIONALE” – Le dimostrazioni abbondano: nelle dichiarazioni “d’intenti” di De Laurentiis, nel desiderio di Mazzarri di verificare in ritiro -e senza pressioni, né scadenze- la versatilità di quel gioiellino, nel “carattere” d’urgenza che Bigon concede alla pratica del rinnovo (contratto prolungato fino al 2017), elevandola a mossa d’apertura del suo mercato, incentrato in mattinata solo intorno ad Insigne, che ha occhi per sognare senza limiti di poter inserire nel nuovo contratto una serie di premi a prestazione -le presenze, i gol- ma soprattutto un cadeau particolare da incassare il giorno in cui dovesse arrivare la convocazione in Nazionale. Fidarsi è bene e può essere pure meglio…

Fonte: Corriere dello Sport

Leave your response!

Add your comment below, or trackback from your own site. You can also subscribe to these comments via RSS.

Be nice. Keep it clean. Stay on topic. No spam.

You can use these tags:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

This is a Gravatar-enabled weblog. To get your own globally-recognized-avatar, please register at Gravatar.