CalcioMercato

Notizie di Calcio Mercato del Napoli. I nuovi acquisti del Napoli

Classifica Serie A

Classifica aggiornata della Serie A TIM. Aggiornamenti a fine partita.

Ultimissime calcio Napoli

Ultimissime Calcio Napoli. Approfondimenti e notizie a cura di calcio.na.it.

Risultati e Calendario Serie A

Tutti i risultati e le partite del Campionato del Napoli.

Pronostici Calcio Serie A

Pronostici Serie A. Consigli per scommettere

Home » Napoli, Ultimissime calcio Napoli

Intervista a Lavezzi: Non riesco a trovare luoghi tranquilli. Sono sempre chiuso in casa.

Submitted by on domenica, 8 gennaio 2012One Comment

Ezequiel Lavezzi, ha rilasciato una lunga intervista al giornale argentino Ole.com.ar: “Sfida in Champions col Chelsea? Sarà emozionante, abbiamo tanta voglia di passare il turno. Il Chelsea è una squadra importante, ma noi ce la giochiamo. Napoli è la città di Maradona o del Pocho? Risposta semplice! Napoli sarà sempre di Diego, io sono semplicemente un calciatore.

Quando gioco diverto e faccio felice i miei tifosi, sono contento per l’amore che mi dà la gente. Amore eccessivo dei tifosi nei miei confronti? Purtroppo non riesco a trovare luoghi tranquilli. Sono sempre chiuso in casa. Vado a mangiare sempre nei soliti posti, e non posso passeggiare in centro. Mi ricordo che una volta andai in un centro commerciale per acquistare alcuni vestiti, ho trascorso più di tre ore per lasciare i locali. Si fece molto traffico e hanno dovuto chiamare la polizia.

Non è finita qui! Dopo aver fatto un goal al Milan, un ragazzo mi disse che voleva regalarmi un cavallo da corsa, mi è anche capitato di abbandonare il centro di allenamento all’interno del bagagliaio. Di una cosa sono sicuro, in nessun altro posto del mondo esiste un amore del genere’.

Il mio primo stipendio? Giocavo nell’Estudiantes di Buenos Aires, in Serie B. Mi davano 100 pesos al mese perché non avevo il contratto. Che cosa ho fatto? Non si potevano fare molte cose con quel salario. A quel punto il mio agente mi ha indirizzato bene, ho avuto i miei primi soldi quando sono stato venduto al Genoa, mia madre da allora non ha avuto più il bisogno di lavorare. Oggi, grazie al calcio, sono cresciuto sotto tanti aspetti. Non solo sotto il profilo economico, ma sono cresciuto culturalmente. Circondato da altre persone, una lingua diversa, vivo in un Paese dove la cultura è simile ma diversa, questo fa crescere”.

Nel 2009 il Pocho ha creato l’Associazione Civile dei bambini del Sud (Ansur): “E ‘sempre stato un mio desiderio. Oggi la realtà della strada è più dura rispetto al momento in cui sono cresciuto. C’è molta droga in giro, dalla mia posizione cerco di dare una mano ai bambini in modo che sappiano che ci sono altre risorse, non solo quelle in cui crescono e vedono tutti i giorni. Si dà loro una scelta. Sicuramente non tutti i ragazzi faranno bene, ma speriamo di sì. Ma la cosa importante è che sanno di avere due opzioni tra cui scegliere, e non uno sola, che è quello di finire come gli altri bambini che sono cresciuti e diventati grandi”.

One Comment »

Leave your response!

Add your comment below, or trackback from your own site. You can also subscribe to these comments via RSS.

Be nice. Keep it clean. Stay on topic. No spam.

You can use these tags:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

This is a Gravatar-enabled weblog. To get your own globally-recognized-avatar, please register at Gravatar.