CalcioMercato

Notizie di Calcio Mercato del Napoli. I nuovi acquisti del Napoli

Classifica Serie A

Classifica aggiornata della Serie A TIM. Aggiornamenti a fine partita.

Ultimissime calcio Napoli

Ultimissime Calcio Napoli. Approfondimenti e notizie a cura di calcio.na.it.

Risultati e Calendario Serie A

Tutti i risultati e le partite del Campionato del Napoli.

Pronostici Calcio Serie A

Pronostici Serie A. Consigli per scommettere

Home » Napoli, Ultimissime calcio Napoli

L’agente: «Cavani è scosso ma ama sempre Napoli»

Submitted by on giovedì, 26 luglio 2012No Comment

Anellucci, procuratore del Matador: «Riverserà tutta la sua rabbia in campo con l’Uruguay cercando di fare una grande Olimpiade. Ciò che è accaduto alla moglie è un brutto episodio ma la città resta meravigliosa e le persone fantastiche»

NAPOLI – Claudio Anellucci, procuratore di Edinson Cavani, è intervenuto oggi ai microfoni di Radio Crc e Radio Kiss Kiss Napoli, parlando dello spiacevole episodio avvenuto ieri ai danni della consorte del Matador. Un brutto episodio che però non incrina l’amore del Cavani uomo e calciatore nei confronti di Napoli.

ANELLUCCI/1 – Ecco le parole dell’agente di Cavani a Radio Crc: «La rapina di Maria Soledad? Non è un bel momento questo che stiamo vivendo però andiamo avanti. Ci vorrà qualche giorno per superare anche questo ostacolo ma Sole è una persona forte. Resta comunque il brutto di questa storia perché la poca delinquenza rovina l’intera città. Napoli ci ha sempre dimostrato affetto ma quando succedono queste cose si affrontano momenti terribili e terrificanti. Come l’ha presa Cavani? Quando le cose capitano sulla propria pelle è sempre brutto per cui dobbiamo aspettare che passi qualche giorno prima di riprendere la vita di sempre. Sole è appena partita e a breve raggiungerà Cavani a Londra. Il tempo aiuta a superare questi momenti. Ieri ho trascorso tutta la serata con la moglie di Edi. È difficile abituarsi anche solo all’idea che questi episodi possano capitare proprio a te. È vero che episodi del genere possono accadere ovunque ma la verità è che accadono troppo spesso. Questa città è meravigliosa, la gente e favolosa e questi episodi Napoli non li merita. Si spera che queste manifestazioni di solidarietà ricevute da parte dei tifosi azzurri arrivino sempre in momenti belli come può essere una doppietta segnata da Cavani. Dieci, cinque, cento o duecento delinquenti rovinano l’immagine di Napoli nel mondo. Napoli come Palermo? Non sono paragonabili le due cose perché a Palermo la situazione non era legata ad una rapina, quello fu un altro episodio. Cosa può succedere in seguito a questo evento? È ancora passato troppo poco tempo. Voglio metabolizzare ed avere la linea un po’ più chiara. La cosa che a me interessa è far passare del tempo affinché Sole si riprenda da questo shock e poi potremmo parlare di qualsiasi altra cosa. Quello che è successo a Maria Soledad mi ha colpito particolarmente perché stiamo parlando di una persona a me molto vicina. Se l’Uruguay venisse eliminato subito dalle Olimpiadi? L’obiettivo dell’Uruguay è quello di arrivare più avanti possibile. A me piace tanto questa squadra per cui immagino che l’Uruguay tenti di  vincere le Olimpiadi. Se dovesse succedere qualcosa di diverso, Cavani potrebbe subito tornare a Napoli per allenarsi e partecipare alla Supercoppa. Sirignano? È un giocatore importante nonostante sia ancora giovane. Ha giocato e vissuto già due anni e mezzo di calcio vero. Ha indossato anche la fascia di capitano, ceduta da Cavenaghi. Il calciatore abbina qualità e quantità. Credo che Sirignano potrebbe far bene in qualsiasi squadra europea e soprattutto in Italia».

ANELLUCCI/2 – Ecco l’intervento dell’agente di Cavani a Radio Kiss Kiss Napoli: ««Lo scippo a Maria Soledad, moglie di Cavani, ha scosso un po’ tutti. Lei è ancora sotto shock, è un brutto episodio. Siamo abbastanza sfortunati in questa girandola di cose, ma ci tengo a confermare il fatto che 100 o 200 delinquenti non rovinano una città meravigliosa come Napoli e non incrinano il rapporto fantastico che Cavani ha con la gente. Sono cose che fanno male, segnano chiunque, gli imprenditori come i calciatori. E’ un brutto momento che sta attraversando tutto il Paese, c’è scoramento e queste cose accadono da tutte le parti. Ma la ripetitività con la quale queste cose accadono a noi è al limite del credibile. Essendo attori di questa commedia, dobbiamo renderci conto che sono cose che succedono e che comunque passeranno. Maria Soledad è a Londra, noi siamo qui a sistemare alcune cose relative alle cose accadute ieri. Abbiamo dovuto rimandare la nostra partenza per raggiungere Edi in Inghilterra. Ci vorrà un po’ di tempo per cancellare le cose negative. Dispiace che sia successo, che sia ricapitato: ci siamo trovati nuovamente in mezzo a queste cose. Il mercato? Di queste cose preferisco non parlare in radio o in tv. Ripeto solo che la ripetitività con la quale ci stanno succedendo queste cose la lego ad un passaggio storico dell’Italia, siamo nel fulcro della “guerra” ed è diffcile per noi parlare di altro all’infuori della serenità di Maria Soledad e del figlio. Mettiamo un fermo a tutto il contorno, facciamo attenuare la cosa e poi tutti saremo più tranquilli e sereni per affrontare ogni tipo di discorso».   «Cavani è comunque scosso e dispiaciuto dello scippo – continua Anellucci – Si è impaurito fino a quando non lo abbiamo tranquillizato in serata. Fortunatamente il piccolo Bautista era a casa con la tata: fosse stato anche Bauti in mano a Soledad, a quest’ora parlavamo di altro e certo non con serenità. Cavani è scosso come tutti noi, come chiunque può essere vittima di un episodio del genere. Non è mai bello subire questo tipo di episodi e quando succedono con una ripetitività del genere, ne sei ovviamente terrorizzato. Purtroppo, ancora una volta è capitato a noi. Dispiace perchè la città è meravigliosa, le persone fantastiche. Non a caso il figlio di Edi è napoletano a tutti gli effetti. Peccato che pochi delinquenti devono rovinare il bello della città. Ringrazio quanti ci stanno vicino, ho ricevuto tanti attestati di solidarietà dalle persone che hanno trasferito al Matador e alla moglie tanto amore e affetto. Spero che questi episodi possano non verificarsi più, qui non c’entra più il calciatore ma la sfera personale. Siamo a dei livelli incredibili, siamo attori di un film orribile».   «Le Olimpiadi? Cavani riverserà tutta la rabbia in campo. Le Olimpiadi sono una vetrina importante, un’ulteriore crescita professionale con la Nazionale. Sono emozionato in attesa di vederlo calcare il campo. So quanto Edi tiene al gruppo, con la Nazionale sta facendo cose meravigliose e vincere il trofeo olimpico sarebbe un ulteriore cappello ad un momento fantastico che vive il movimento calcistico uruguagio». cds

Leave your response!

Add your comment below, or trackback from your own site. You can also subscribe to these comments via RSS.

Be nice. Keep it clean. Stay on topic. No spam.

You can use these tags:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

This is a Gravatar-enabled weblog. To get your own globally-recognized-avatar, please register at Gravatar.