CalcioMercato

Notizie di Calcio Mercato del Napoli. I nuovi acquisti del Napoli

Classifica Serie A

Classifica aggiornata della Serie A TIM. Aggiornamenti a fine partita.

Ultimissime calcio Napoli

Ultimissime Calcio Napoli. Approfondimenti e notizie a cura di calcio.na.it.

Risultati e Calendario Serie A

Tutti i risultati e le partite del Campionato del Napoli.

Pronostici Calcio Serie A

Pronostici Serie A. Consigli per scommettere

Home » Napoli, Ultimissime calcio Napoli

Mazzarri vuole tre campioni ma De Laurentiis: “Niente follie”

Submitted by on mercoledì, 30 maggio 2012No Comment

De Laurentiis torna sulla scena e parla da Roma. Di tutto. Dall’incontro con Mazzarri, alla cessione di Lavezzi, dal contratto di Cavani alla Supercoppa contro la Juventus, del prossimo mercato passando da Jovetic a Giovinco. Primo nodo, quello più importante, l’incontro conMazzarri, il tecnico che, dopo i grandi risultati raggiunti in questi tre anni fino alla vittoria della coppa Italia, punta a una squadra vincente con l’innesto di tre top player per poter competere per lo scudetto. Concetto che esprimerà al presidente, che ieri ha ribadito la linea societaria improntata al rispetto del fair play finanziario e alla valorizzazione dei giovani. Linea lontana da quella del tecnico, posizioni distanti sulla programmazione per la prossima stagione. All’incontro arriveranno con posizioni diverse, da verificare quale potrà essere il punto d’incontro. «Giovedì sarò a Napoli in mattinata e avrò un colloquio con Mazzarri. Bisogna soltanto continuare a marciare verso il fair play finanziario. Prima che arrivasse Mazzarri, abbiamo iniziato il nostro cammino in serie A facendo crescere dei giocatori come Hamsikche tutti ci invidiano e che l’altro anno il Milan voleva comprare, ma noi non l’abbiamo voluto cedere. Come lui Cavani e Lavezzi, il nostro portierone e tanti altri. Mazzarri deve ragionare da Napoli e non da allenatore che magari vuole stare un anno soltanto e poi si vedrà e che vuol portare un risultato a casa per se stesso. Il risultato a casa lo dobbiamo portare tutti, per il Napoli, per i napoletani e la città», ha detto De Laurentiis.

«Non dobbiamo verificare il nostro rapporto, ma quello che vogliamo fare l’anno prossimo. Abbiamo da affrontare l’Europa e il campionato italiano, dove cercheremo di fare meglio di quest’anno, di fare il massimo. Facendo tesoro anche dell’esperienza di quest’anno: alcuni giocatori si sono inseriti, altri partiranno, poi c’è da chiarire l’eventuale partenza di Lavezzi. Ma non c’è alcuna veemenza, c’è soltanto una gestione razionale da meditare e da condividere. Lo scambio di opinioni dovrà coesistere tra di noi in grande serenità. Il fair play ci è imposto, dobbiamo rispettarlo», ha aggiunto.

Questo ha dichiarato ieri il presidente e questo dirà nell’incontro conMazzarri. Incontro annunciato prima per martedì e poi per venerdì, ora per giovedì e che quindi potrebbe anche essere avvenire in un giorno diverso (magari proprio in giornata). L’esito è ancora tutto da verificare. Il tecnico ha ribadito di voler rispettare l’anno di contratto e quindi accetterà qualsiasi programma da spiegare però in maniera chiara in merito agli obiettivi che saranno proporzionali alla squadra che si andrà ad allestire. E sulla squadra da allestire ha parlato De Laurentiis. La cessione di Lavezzi. «Su Lavezzi ci sono sei società interessate, dall’Inghilterra alla Russia, ci sono la Germania, l’Italia, la Francia e mi arrivano notizie anche dalla Cina. Con i calciatori però bisogna anche ragionare, in amicizia. Bisogna tenerli nella dovuta considerazione per quello che ti hanno dato in questi cinque anni, dove vogliono andare, dove hanno le migliori garanzie e ovviamente dove ci pagano la famosa clausola rescissoria. Valuteremo insieme al Pocho quale è la situazione migliore per lui e per noi». Il contratto di Cavani: «Farà un’eccezione per lui? Io non devo fare eccezioni, ci sono i contratti che parlano. I contratti o vengono rispettati o non vengono rispettati. Ha detto che la coppa Italia è un punto di partenza e vuole aprire un ciclo a Napoli? Bene, è stato un uomo di parola: la scorsa estate mi è venuto a chiedere l’adeguamento e mi promise che non sarebbe tornato…».

Jovetic e Giovinco. «Sono due splendidi giocatori però innanzitutto Jovetic serve al mio amico Della Valle e quindi non mi permetterei mai di andare a fargli uno sgarbo. Giovinco ha espresso di essere un giocatore da Juventus e quindi lasciamolo per il momento a Parma, in attesa che possa trovare una sua collocazione nella famiglia della Juventus». Le amichevoli estive? «Siamo in trattativa, al di là delle tournèe, mi interessa che la squadra sia pronta per la stagione». Il Mattino .

Leave your response!

Add your comment below, or trackback from your own site. You can also subscribe to these comments via RSS.

Be nice. Keep it clean. Stay on topic. No spam.

You can use these tags:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

This is a Gravatar-enabled weblog. To get your own globally-recognized-avatar, please register at Gravatar.