CalcioMercato

Notizie di Calcio Mercato del Napoli. I nuovi acquisti del Napoli

Classifica Serie A

Classifica aggiornata della Serie A TIM. Aggiornamenti a fine partita.

Ultimissime calcio Napoli

Ultimissime Calcio Napoli. Approfondimenti e notizie a cura di calcio.na.it.

Risultati e Calendario Serie A

Tutti i risultati e le partite del Campionato del Napoli.

Pronostici Calcio Serie A

Pronostici Serie A. Consigli per scommettere

Home » Napoli, RASSEGNA STAMPA, Ultimissime calcio Napoli

Mezza partita buttata via con la solita difesa a tre

Submitted by on venerdì, 10 febbraio 2012No Comment

Rassegna Stampa – IL NAPOLI ha coltivato fino all’ultim’ora due dubbi. Pandev o Lavezzi, il primo. Dzemaili o Inler, l’altro. Ha preferito i primi, valutando forse le condizioni di forma. Ma è stato tempo perso. Altrove bisognava porre maggiore attenzione. Mazzarri purtroppo nasconde anche a se stesso i due vistosi problemi: un giocatore solo ai suoi occhi sembra insostituibile da almeno cinque gare, è Campagnaro. C’è poi l’assetto della difesa, schierata a tre per oltre un empo forse nel rispetto di un decreto legge che sfugge ai più. L’allenatore Sannino, pur ritirando titolari importanti come il portiere Pegolo e gli attaccanti Calaiò e Destro, sa bloccare il Napoli,come ormai riesce a qualsiasi allenatore che studi le sue precedenti gare. Al Siena basta contrarsi e aspettare il Napoli, con attacco a cuneo. Una sola punta (il voluminoso Bogdani) contro tre difensori, una seconda (Reginaldo) nascosta tra le linee. Solito giochino. Uno dei tre dovrebbe staccarsi per intercettare Reginaldo: il brasiliano dal cranio lucido devia spesso a sinistra, incrocia quindi ma molto da lontano Campagnaro. Ma il Siena sa che fare: a sinistra inchioda Maggio con Rossi, che quando non ha campo per volare in velocità soffoca nel piccolo spazio: non sfrutta la sua progressione bruciante. Sull’altro versante va Mannini a far velo su Zuniga. Il Napoli non ha palleggiatori a centrocampo, dove accusa l’inferiorità numerica e la tecnica di D’Agostino, né respira sulle corsie avendo gli esterni bloccati. Scontatol’esito: va a sbattere contro quel muro di gomma che il Siena ha ormai piazzato. Campagnaro interviene a vuoto una volta, rimedia con un fallo che gli costa un’ammonizione. Il Napoli trascura il segnale. Passa mezz’ora e Campagnaro perde nella corsa ancora una volta Reginaldo, che al confronto è un centometrista olimpico. Merita il gol. Complice il gelo, pagherà lo scatto con un insulto muscolare. Dopo un’ora, ormai in svantaggio, il Napoli converte come sempre la difesa da 3 a 4, elimina Aronica a sinistra e fa scalare Maggio a destra. Ancora una volta, mezza partita buttata all’aria. C’è quindi posto per Lavezzi sacrificato in panchina, che si presenta da par suo. Ma Belmonte va subito a marcarlo. Per lasciare con Lavezzi anche Cavani e Pandev in attacco deve sacrificarsi a centrocampo anche Hamsik. Il Napoli migliora nel complesso, la difesa no: Campagnaro di testa sistema la palla sul destro di Rossi, che al centro di un’area non presidiata raggiunge D’Agostino, soltanto osservato da Zuniga. Che di Aronica non ha tempi né astuzie da difensore. Il consueto finale pirotecnico rivela il sempre più interessante Vargas, giovane tecnicamente dotato che s’intende subito con Hamsik. Il disperato assalto, premiato da un’autorete, lascia del Napoli un ricordo decoroso, molti rimorsi e interrogativi, ma anche grandi speranze per la finale di Coppa Italia. Può giocarla il Napoli, se saprà finalmente riorganizzarsi. Persa la sua identità tattica, deve cercarne un’altra. Vale anche per il campionato svilito finora proprio dai tanti guasti che il piccolo Siena ha reso più evidenti.

Fonte: Repubblica

Leave your response!

Add your comment below, or trackback from your own site. You can also subscribe to these comments via RSS.

Be nice. Keep it clean. Stay on topic. No spam.

You can use these tags:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

This is a Gravatar-enabled weblog. To get your own globally-recognized-avatar, please register at Gravatar.