CalcioMercato

Notizie di Calcio Mercato del Napoli. I nuovi acquisti del Napoli

Classifica Serie A

Classifica aggiornata della Serie A TIM. Aggiornamenti a fine partita.

Ultimissime calcio Napoli

Ultimissime Calcio Napoli. Approfondimenti e notizie a cura di calcio.na.it.

Risultati e Calendario Serie A

Tutti i risultati e le partite del Campionato del Napoli.

Pronostici Calcio Serie A

Pronostici Serie A. Consigli per scommettere

Home » Napoli, Ultimissime calcio Napoli

Napoli, Hamsik a cresta bassa

Submitted by on venerdì, 13 aprile 2012No Comment

Cresta bassa, questa volta. Segnali di resa, certamente figli dello sconforto, e il saluto alla Champions: “Zbohom”. Si traduce così, in slovacco, la parola “Addio”. Marek Hamsik non la pronuncia, anzi non la diffonde sul web, però il concetto del giorno dopo l’Atalanta è proprio questo. « Niente Champions, che delusione». Un arrivederci, magari, forse è meglio così. E anche se la speranza è l’ultima ad abbandonare uomini e squadre di calcio, e l’aritmetica non ha ancora emesso sentenze definitive, il giovane dell’Est è all’angolo frastornato. Come un pugile in difficoltà. Il cuore dell’uomo di ghiaccio s’è squagliato al sole: cedimento momentaneo, si spera, anche perché il 20 maggio c’è la finale di Coppa Italia. E il campionato non è certo finito mercoledì.

L’ANALISI – E allora, la frase lasciata in eredità da Hamsik. Le poche frasi, per la precisione. Un messaggio che non lascia spazio a dubbi e incertezze tecniche: « Con l’Atalanta non meritavamo la vittoria: è stata una brutta prestazione». E anche psicologiche: « Siamo delusi». Con una conclusione amara come mai: « Non giocheremo la prossima Champions League». Morale sotto tacchi e tacchetti. Un commento a semi-freddo, nel senso che Marek lo ha scritto (o fatto scrivere) ieri. La data è certa.

LA NOVITA’ – Che Hamsik sia a terra ci sta, inutile negarlo, però è importante reagire: nel processo di crescita invocato da Mazzarri sin dal primo giorno della sua esperienza azzurra, è fondamentale metabolizzare le batoste e districarsi a testa alta anche nei momenti peggiori. Perché peggiore di questa parentesi, a onore del vero, non c’è mai stato altro nell’era del Napoli del tecnico toscano. No. Una novità amara dopo una serie lunga così di vittorie, successi, scalate straordinarie e primati macinati a suon di fanfare. Capita a tutti, anche ai migliori, trovarsi però di fronte alle difficoltà: l’importante è non rassegnarsi. Fino all’ultimo istante utile possibile.

CHE STANCHEZZA – L’allenatore lo ha avrà ripetuto e ribadito senza sosta, è nelle sue corde, e la squadra dovrà presto dare un segnale importante. Come Hamsik. Che sta di certo attraversando un periodo negativo, a prescindere dalla posizione: maluccio da trequartista, a sprazzi da centrocampista. Morale basso e acido lattico: sembra proprio che abbia ribadito spesso di sentirsi scarico fisicamente, Marek. E i risultato sono piuttosto evidenti: possibile, probabile che domenica a Lecce possa tirare il fiato.

L’OBIETTIVO – E allora, non resta che cominciare la lunga maratona verso il 20 maggio: la missione sarà ritrovare smalto e brillantezza. Freschezza ed entusiasmo: i momenti difficili vanno affrontati e superati. A cresta alta. Quella stessa che ha reso Hamsik un giocatore speciale. Tre sconfitte consecutive non possono cancellare anni di storie belle. L’obiettivo è già fissato: la Juve è nel mirino. Corriere dello Sport .

Leave your response!

Add your comment below, or trackback from your own site. You can also subscribe to these comments via RSS.

Be nice. Keep it clean. Stay on topic. No spam.

You can use these tags:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

This is a Gravatar-enabled weblog. To get your own globally-recognized-avatar, please register at Gravatar.