CalcioMercato

Notizie di Calcio Mercato del Napoli. I nuovi acquisti del Napoli

Classifica Serie A

Classifica aggiornata della Serie A TIM. Aggiornamenti a fine partita.

Ultimissime calcio Napoli

Ultimissime Calcio Napoli. Approfondimenti e notizie a cura di calcio.na.it.

Risultati e Calendario Serie A

Tutti i risultati e le partite del Campionato del Napoli.

Pronostici Calcio Serie A

Pronostici Serie A. Consigli per scommettere

Home » Napoli, Ultimissime calcio Napoli

Presentati El Kaddouri, Uvini e Mesto: «Sarà un grande Napoli»

Submitted by on giovedì, 13 settembre 2012No Comment

Presentati i tre nuovi acquisti. Il centrocampista belga: «Avrei voluto la maglia numero 10»

NAPOLI – Tre gioielli per Mazzarri. Questa mattina a Castelvolturno è andata in scena la presentazione di Uvini, Mesto ed El Kaddouri, insieme con il ds Bigon, che è stato il primo a prendere la parola: “Questi tre ragazzi – ha detto Bigon – rappresentano la nostra filosofia: giovani ed esperti per farli crescere e puntellare determinati ruoli”. Poi un giudizio sul mercato: “La rosa è omogenea, il giudizio sul mercato bisogna darlo solo a fine stagione. Finestre di mercato così lunghe sono controproducenti. Paragoni con l’anno scorso? È impossibile farli visto che c’era la Champions. 7 partite in 22 giorni ormai è un’abitudine per noi”.

MESTO -  L’esperto, Giandomenico Mesto, esterno destro già con Mazzarri alla Reggina e giunto a Napoli per dare fiato ai polmoni di Maggio. “Sono ambizioso – esordisce l’ex Genoano - mi trovavo in un ottimo club, ma volevo migliorare ancora. Ho aggiunto un tassello di qualità alla mia carriera, ma non mi considero arrivato, ora bisogna vincere e ci proveremo, puntando al massimo”.

EL KADDOURI -È arrivato invece con l’etichetta di vice Hamsik, Omar El Kaddouri, marocchino proveniente dal Brescia e già pronto a sgomitare per ritagliarsi uno spazio. E infatti comincia descrivendo la sua duttilità: “Ho cominciato a giocare da trequartista – dice – poi l’anno scorso ho agito da mezz’ala e anche da seconda punta. Ci sono tante partite per il Napoli quest’anno, tra campionato, Europe League e Coppa Italia. Ognuno avrà la sua opportunità”. Al suo arrivo sparò alto: “Il mio idolo è Zidane”, disse, ora vola più in basso: “I paragoni eccellenti non mi piacciono – dice – Zidane ha fatto tante cose, Hamsik le sta facendo, io devo ancora dimostrare”. Ma tradisce l’ambizione ancora una volta quando gli chiedono perchè abbia scelto il numero 13: “Io veramente volevo il 10, ma sia a Brescia che a Napoli lo hanno ritirato (per onorare Baggio e Maradona, ndr). Così ho scelto un numero che mi dicono porti fortuna”.

UVINI -Non si affida alla fortuna, ma alle sue forze Bruno Uvini, 21enne difensore paulista con le idee chiarissime: “I brasiliani che giocano in Italia – dice – finiscono nella selecao, quindi il mio obiettivo è trovare spazio a Napoli, vincere qui e andare a fare i Mondiali 2014 in Brasile”. Chiarissimo. Come lo sarà a breve il suo italiano (“ho cominciato oggi le lezioni”, dice). Il ragazzone è cresciuto sentendo Careca e Caio (due ex azzurri dalle diversissime fortune ma oggi accomunati dalle apparizioni nelle tv brasiliane) favoleggiare di Napoli e sembra avere spalle larghe per la nuova esperienza: “Qua ci si allena molto più seriamente che in Brasile, ma anche da noi si giocano tante partite. Cercherò di imparare in fretta e convincere l’allenatore. A gennaio rischio di andare in prestito? Gennaio è lontano”. E ancor più lontano è giugno, ma Uvini piazza già la scommessa sul Napoli: “La squadra è forte, non ci manca nulla per lottare per lo scudetto”. E lui che a 21 anni ha già vinto il Mondiale Under20, il Sudamericano Under 20 e l’argento olimpico, non vorrebbe di certo perdersi la festa. CDS

Leave your response!

Add your comment below, or trackback from your own site. You can also subscribe to these comments via RSS.

Be nice. Keep it clean. Stay on topic. No spam.

You can use these tags:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

This is a Gravatar-enabled weblog. To get your own globally-recognized-avatar, please register at Gravatar.