CalcioMercato

Notizie di Calcio Mercato del Napoli. I nuovi acquisti del Napoli

Classifica Serie A

Classifica aggiornata della Serie A TIM. Aggiornamenti a fine partita.

Ultimissime calcio Napoli

Ultimissime Calcio Napoli. Approfondimenti e notizie a cura di calcio.na.it.

Risultati e Calendario Serie A

Tutti i risultati e le partite del Campionato del Napoli.

Pronostici Calcio Serie A

Pronostici Serie A. Consigli per scommettere

Home » Napoli, Ultimissime calcio Napoli

Vargas tentato da Lucrino, ex casa di Cavani

Submitted by on sabato, 7 gennaio 2012No Comment

CASTELVOLTURNO. Eccolo qui, finalmente: lo sguardo vispo e un po’ furbetto, gli occhi a cinesino e quell’aria da perfetto candidato scugnizzo non erano soltanto impressioni. Edu Vargas è proprio così come sembra: aria scanzonata, disinvolto, ammiccante con fotografi e tifosi. Insomma, nonostante la giovane età l’attaccante cileno ha l’aria sicura di chi è tutto fuorché timido. Un approccio ideale, visto che in Italia, con la Serie A e un ambiente come quello napoletano, l’eccessiva timidezza può essere scambiata per mancanza di personalità, con tutte le conseguenze del caso.

E del resto Eduardo Vargas è apparso alquanto a proprio agio nella prima giornata da napoletano: in verità, il calciatore ha tenuto dentro di sé l’emozione per il debutto di una nuova, fondamentale avventura nella propria carriera. RISVEGLIO SUL LUNGOMARE. Vargas ha pernottato all’Hotel Vesuvio, e ieri alle 13,25 è arrivato a Castelvolturno. Dopo il suo arrivo a Roma si è preferito portarlo in città, nella zona più bella, per addolcirgli l’impatto dopo il lungo viaggio.

Il giocatore non era mai stato in Italia, e appena visto il Lungomare e il Castel dell’Ovo è rimasto incantato, nonostante il cattivo tempo di venerdì sera. Ieri, invece, un bel sole ha accolto Vargas, che meravigliatosi del freddo pungente (gli avevano detto che a Napoli fa sempre caldo) si è trasferito a Castelvolturno: ad accoglierlo, sia fuori l’- hotel Vesuvio che fuori il Centro Sportivo molti tifosi che hanno salutato il giocatore.

Quando Vargas è arrivato nella sede azzurra, ha trovato Mazzarri e Bigon ad accoglierlo, e i primi calciatori che stavano arrivando alla spicciolata per l’allenamento. Le presentazioni di rito, un giro nella nuova sede (ormai quasi completata) e poi sui campi di gioco. Vargas ha visitato gli spogliatoi e la palestra, poi ha pranzato in hotel con i suoi accompagnatori. IL NUMERO DI MAGLIA. Appena dopo il pranzo leggero, Vargas si è preparato per l’allenamento: Edu ha subito assaporato il clima accogliente con il quale il gruppo ha salutato il suo arrivo nello spogliatoio.

L’attaccante ha scelto il suo numero di maglia, che sarà il 16: voleva il 17, che è occupato da Hamsik, e comunque non allontanarsi troppo dal 7 che tanto gli piace. Ecco che il 16 (1+6 fa 7) è stata la soluzione migliore. Impossibile prendere il 9 o qualche altro numero già in possesso di altri giocatori, perché le regole lo vietano. Questo passaggio è fattibile soltanto durante la pausa estiva, a stagione conclusa. IL PRIMO ALLENAMENTO.

Successivamente Vargas ha vissuto il primo contatto con i campi del Centro Tecnico sostenendo esercizi atletici di riscaldamento, qualche palleggio con i nuovi compagni ed una leggera corsa dopo il faticoso viaggio di ieri. Il cileno poi ha assistito all’allenamento del gruppo a bordo campo. Soltanto una sgambatura e qualche palleggio, giusto per prendere confidenza con la nuova realtà: ma di certo Walter Mazzarri non gli ha staccato troppo spesso gli occhi da dosso.

L’allenatore del Napoli ha voluto infatti rendersi conto di persona delle condizioni atletiche del giocatore, per capire se è davvero possibile farlo esordire giovedì prossimo nella partita di Coppa Italia contro il Cesena. CONVOCATO PER IL PALERMO? MA SOLO IN “GITA”. Di certo Vargas ha stupito un po’ tutti chiedendo se sarebbe stato convocato per Palermo. Mazzarri non ha intenzione di portarlo in panchina, né tantomeno di schierarlo, ma vorrebbe ripetere quanto fatto con Ruiz poco più di un anno fa.

L’allenatore azzurro potrebbe decidere di portare il giocatore in trasferta per farlo familiarizzare col gruppo e l’ambiente della squadra. Ma la decisione sarà rimandata a oggi, perché il giocatore è comunque provato dal viaggio e dall’emozione del primo giorno, e un’altra trasferta in aereo non sarebbe l’ideale. Inoltre, Vargas dovrebbe trovare al più presto una sistemazione. LUCRINO GLI “OFFRE” CASA. E Vargas potrebbe trasferirsi proprio a Lucrino, ed essere “adottato” dal Principato che Cavani ha in qualche modo abbandonato. Proprio l’ex villa del Matador potrebbe essere la prescelta per il trasferimento, ma deciderà il giocatore dopo un sopralluogo in loco.

Il Roma.

Leave your response!

Add your comment below, or trackback from your own site. You can also subscribe to these comments via RSS.

Be nice. Keep it clean. Stay on topic. No spam.

You can use these tags:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

This is a Gravatar-enabled weblog. To get your own globally-recognized-avatar, please register at Gravatar.